stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Scalenghe
Stai navigando in : Territorio > Patrimonio architettonico
Patrimonio architettonico
Cappella dei Prati

Ex cappella delle Marene. Non si sa la data di costruzione, ma su un pilastro esterno della cappella è impressa la data 1798. Sull'altare un pregevole affresco del pittore locale Michele Baretta. 

Cappella della Madonna della Neve

A memoria d'uomo, intorno al 1600 risale la costruzione della cappella della Madonna della Neve. Restaurata nel 1956 dagli abitanti della cascina Conterloira per un ex voto della Seconda Guerra Mondiale. 
>


Cappella di San Maurizio

Nella frazione Murisenghi si trova la cappella di San Maurizio in cui si trovano notizie a riguardo nel 1679 – 1760.

La cappella guarda a mezzanotte e sopra la porta vi è l'immagine di San Maurizio.


>


Cappella di San Rocco a Pieve

Come tutti i paesi del circondario anche Scalenghe ha una Cappella dedicata a San Rocco nella frazione di Pieve. In questa cappella in occasione dell'ultima epidemia di peste (1886) fu fatto dipingere un affresco dal pittore R. Bonelli.
>


Cappella di Sant'Anna

In regione Bicocca si trova la cappella di Sant'Anna. Esisteva già nel 1760 vicino alla cascina del Signor Diego Manassero. Fu restaurata nel 1928, vi fu apposto un nuovo pavimento e una nuova Via Crucis.

Cappella di Viotto

A Viotto esiste una cappella detta di Viotto dove le prime notizie risalgono al 1679.

L'attuale cappella fu costruita con il contributo dei fratelli Viotto e Molinero nel 1780.


Cappella Morionda

A ponente della frazione di Pieve si trova alla destra della porta di ingresso dell'omonima cascina la Cappella Morionda. In un documento del 1828 si fa cenno ad una statua in legno.

Chiesa di San Bernardino

La Chiesa di San Bernardino che potrebbe essere stata eretta nell'anno 1603.
E' stata la chiesa della Confraternita di San Bernardino, aggregata all'arciconfraternita di Santa Croce Romana nel 1742.

Esposta al levante, un solo altare alla Romana, conserva una preziosa reliquia del legno della santa Croce.


Chiesa di Santa Caterina

Dove nel 1519 esisteva una omonima cappella fu edificata la Chiesa di Santa Caterina. Divenne parrocchia indipendente nel 1825. Diverse testimonianze al suo interno restano a ricordare la signoria dei Conti di Piossasco. Durante la battaglia della Marsaglia i Savoia temendo un assedio di Torino, cercarono un luogo sicuro dove custodire la "Sacra Sindone" e qui vi sostò. 
L'evento è testimoniato dalla Cappella interna dedicata al Sacro Lino.

Chiesa di Santa Maria Assunta di Pieve

La Chiesa di Santa Maria Assunta di Pieve, fu fondata probabilmente nella prima metà del secolo V. Esisteva sicuramente nel 1159 perché risulta tra i beni ceduti all'imperatore Federico Barbarossa a Carlo Vescovo di Torino. L'antica Pieve crollò in parte nell'inverno del 1731 e nel 1732 iniziò la costruzione della nuova Chiesa in stile Barocco su progetto dell'architetto Plantery.
La chiesa è a navata unica con quattro cappelle laterali con pregevoli dipinti d'epoca.

>


Torre civica

Non si conoscono con esattezza le origini di questa torre, ma di certo faceva parte delle fortificazioni del "pentagono" originario di Scalenghe. Si può osservare la pianta pentagonale dell'antico borgo nelle foto aeree del centro cittadino.

Comune di Scalenghe - Via Umberto I, 1 - 10060 Scalenghe (TO)
  Tel: 011.9861721   Fax: 011.9861882
  Codice Fiscale: 85003410017   Partita IVA: 02920980014
  P.E.C.: scalenghe@cert.ruparpiemonte.it   Email: scalenghe@reteunitaria.piemonte.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.