stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Scalenghe
Stai navigando in : Le News
75 Anniversario della Liberazione – Il discorso del Sindaco Alfio Borletto

Concittadine e concittadini buongiorno, festeggiare il 25 aprile in questa situazione surreale sarà un ricordo difficile da dimenticare. Vorrei cominciare questo breve intervento ringraziando chi ha lavorato per questa celebrazione, Livio Amparore, qui anche in veste di rappresentante del Comitato Storico, Il vice Sindaco Ezio Portis, l’Assessore Monica Pecchio, Don Ugo, Liliana Mattis e Stefano Bordino.

Oggi, come già ci è stato ricordato, ricorre il 75° Anniversario della Liberazione, è una data che capita in un momento particolare delle nostre vite, alle prese con il grave problema di questa pandemia, che non ci permette di vivere in modo comunitario questa giornata. I nostri pensieri sono altri, ma il ricordo e la memoria non possono essere cancellati.

Nonostante le avversità, la festa della Liberazione deve essere un momento pieno di allegria e di gioia. Quella gioia che vissero le generazioni che ci hanno preceduto, quando l'Italia uscì dall'incubo della dittatura e si era finalmente liberi. Quella libertà che, spesso, noi diamo per scontata e della quale apprezziamo il valore solo quando ci accorgiamo di perderla, come in questo periodo, in cui la libertà ci è stata limitata e questo sacrificio è pesato. La Liberazione è un dono che ci è stato fatto, che va custodito con cura e amore.

Un futuro migliore, sognato da donne e uomini che allora hanno lottato per averlo, un futuro fatto di democrazia e libertà, che noi ci siamo ritrovati; per questo motivo a noi tocca una riflessione su quanto siano preziose queste due parole.

Mentre gli ultimi testimoni se ne stanno andando, chi per età biologica e chi a causa di questo virus che li sta portando via in solitudine, noi dobbiamo ricordarli, ricordare la generazione che ha sofferto di più, lavorato di più e lottato per la nostra libertà, è nostro dovere salvarne la memoria e raccontare ai giovani cos’è stata davvero la Resistenza e di quale forza morale sono stati capaci i nostri padri.
Per un popolo è necessario conoscere la propria storia, fare i conti col proprio passato, con gli errori commessi e, soprattutto, fare di tutto per non dimenticare.

Il 25 aprile è anche un giorno di pace, che ci ricorda come vada ripudiata la guerra poiché l'odio non puó portare altro che odio. La Liberazione deve essere liberazione da ogni forma di razzismo e di ingiustizia che ancor oggi, ahimè, hanno forme ben presenti. I deportati nei campi di concentramento hanno lasciato il posto ai migranti, agli ultimi, ai soggetti discriminati. . . . .
Il Ricordo di cosa è successo 75 anni fa deve spingerci a far sì che non accada mai più!
La memoria di ieri puó e deve tradursi nell'impegno di oggi.
Il nostro comportamento puó essere un elemento determinante per migliorare la società in cui viviamo, anche e soprattutto in questo periodo così difficile.

Oggi un ringraziamento particolare va fatto a coloro i quali negli ultimi due mesi sono stati in prima linea: medici, infermieri, volontari civici e della Protezione civile; alle donne e agli uomini delle forze armate e delle forze dell’ordine, a chi ha lavorato nei supermercati, nei negozi, nelle farmacie, a chi sto dimenticando, grazie a loro e grazie a chi ha rispettato le regole.

Ad ognuno di noi, più che mai ora, tocca fare la propria parte, il futuro che ci aspetta sarà faticoso, ma se ci mettiamo in gioco, dimenticando un po' noi stessi e mettendo al centro gli altri, potremo diventare gli artefici di un domani migliore, questo sicuramente ci richiederà sacrificio, costanza, onestà ed umanità.

Aiutiamoci, insieme ce la possiamo fare!

Buona festa della Liberazione a tutte e tutti noi!

Viva la Pace, Viva la Libertà, Viva l’Italia.
   Il Comune Informa
Comune di Scalenghe - Via Umberto I, 1 - 10060 Scalenghe (TO)
  Tel: 011.9861721   Fax: 011.9861882
  Codice Fiscale: 85003410017   Partita IVA: 02920980014
  P.E.C.: scalenghe@cert.ruparpiemonte.it   Email: scalenghe@reteunitaria.piemonte.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.